Trentacinque anni e la crema antirughe

Un tempo, quando avevo all'incirca dieci, dodici anni, spesso, all'uscita di scuola, c'era mia mamma ad aspettarci. In autobus raggiungevamo la casa del nonno. Erano circa venticinque minuti di viaggio, stipati come sardine, fortunati quando riuscivamo a dividere un posto a sedere io, mio fratello e gli zaini. Per lo più circondata da adolescenti, puzzolenti,… Continue reading Trentacinque anni e la crema antirughe

Amicizia. Io la laurea ad honorem la pretendo!

Gli amici non sono psicologi.. al massimo sono psicopatici! Ed è anche per questo che vogliamo loro bene, per le loro peculiarità di persone uniche ed inimitabili. Ed è per lo stesso motivo che dovremmo amare e rispettare noi stessi, primi della lista nella nostra versione di amici psicopatici, travestiti da psicologi. Io però la… Continue reading Amicizia. Io la laurea ad honorem la pretendo!

I DON’T NEED THERAPY… I HAVE A DOG!

Sembrava una settimana qualunque ed invece... come è giusto che sia, le sorprese sono tali proprio perché inaspettate! Era da tempo che speravo e pensavo di ricominciare le mie attività cinofile, per me e per i miei cani, abituati a "fare cose meravigliose" come ad esempio la ricerca di persone scomparse.  In Italia eravamo parte… Continue reading I DON’T NEED THERAPY… I HAVE A DOG!

Mamma, perché mi hai vestita da It?

Carnevale è terminato... per fortuna... Ho due ricordi terribili di questa ricorrenza. Qui racconto di quando mia madre ha deciso il mio primo travestimento: il Clown. Ero piccola, tre anni, ed ecco la scelta per quel Carnevale. "Ti vestirò da Clown". Ho ancora una foto, fatta appositamente dal fotografo (all'epoca si faceva così), in cui… Continue reading Mamma, perché mi hai vestita da It?

La maglia a righe, il pigiama di papà e le camicie della mamma

Quando avevo quattordici anni, decisi che era arrivato il momento di frugare nell'armadio di mamma e papà, allo scopo preciso di recuperare sicuri reperti direttamente conservati dagli anni Settanta. Oltre ad ascoltare la musica di quegli anni, ero affascinata dagli indumenti che vedevo nelle fotografie dei miei genitori, giovani e belli. Per esempio, c'era una… Continue reading La maglia a righe, il pigiama di papà e le camicie della mamma

Generazione Y

La Generazione Y comprende tutti i nati dal 1980 al 1990, seguendo quella più conosciuta X. Detta anche Millennial Generation, Generation NExt... Qui ci ritroviamo io, la mia esistenza  e i primi turbamenti adolescenziali. Come quella volta, era una delle prime volte che fumavo. Ero con due mie amiche. Abitavamo in un quartiere di periferia, accanto… Continue reading Generazione Y

Il vestito buono della Domenica

Quando ero piccola avevo un guardaroba "pensato". Se ne occupava mia madre. Per i giorni di scuola avevo vestiti semplici e comodi, da indossare sotto il grembiule: tute, leggings (che all'epoca, reduci dagli anni Ottanta, chiamavamo fuson o pantacollant), oppure vestitini dalle tonalità di rosa più disparate. Indossavo sempre il cerchietto ai capelli, verso il… Continue reading Il vestito buono della Domenica

Quando ti manca l’aria

Nel silenzio di una mattina a meno quindici, intorno solo il bianco della neve, il rumore dei passi sul soffice manto, è facile che i pensieri ti portino altrove. Ho vissuto in tanti posti, conosciuto il silenzio del bosco e la confusione della città. Ci sono luoghi nei quali ti riconosci e stai bene. Penso… Continue reading Quando ti manca l’aria

Per il nuovo anno… vivete più da cani!

Eccolo l'augurio per il 2017 ormai alle porte. Svegliatevi con curiosità. Salutate le persone che amate con gioia, come se fosse sempre la prima volta dopo tanto tempo. Fate sacrifici e verrete ricompensati. Sentitevi liberi di correre e giocare, non dimenticate mai come era bello da piccoli rotolarsi nell'erba, respirare la natura e godersi i… Continue reading Per il nuovo anno… vivete più da cani!

Il mio tempo

Tempo. Una parola spesso dimenticata nella confusione della vita. Comunemente associamo questa parola ad altre, per esempio, "Non ho tempo", "Che tempo fa?", "Vorrei più tempo". Ma chi decide il nostro tempo? Da quando, a diciotto anni, ho lasciato la casa di madre e padre, il mio tempo è stato scandito dai libri universitari, dalle… Continue reading Il mio tempo