La maglia a righe, il pigiama di papà e le camicie della mamma

Quando avevo quattordici anni, decisi che era arrivato il momento di frugare nell’armadio di mamma e papà, allo scopo preciso di recuperare sicuri reperti direttamente conservati dagli anni Settanta. Oltre ad ascoltare la musica di quegli anni, ero affascinata dagli indumenti che vedevo nelle fotografie dei miei genitori, giovani e belli.
Per esempio, c’era una foto di mio padre al militare, in pigiama, blu e bianco. Me ne innamorai, lo volevo. Nell’armadio ne trovai invece uno marrone e beige, il taglio era diverso, più classico, coi bottoni sulla maglia e una specie di doppio petto. Divenne mio.
Nel reparto di mia mamma, scovai delle camicie a quadri, dai toni più svariati, alcune delle quali direttamente confezionate con le sue mani. Divennero mie.
Mi innamorai di una maglia a righe di mia madre, vista solo in foto, ma non era tra quei cimeli. Così ne cercai una nel mondo moderno e l’acquistai. Aveva le righe orizzontali bianche e celesti e le maniche a tre quarti. L’ho indossata per anni… l’avevo anche il giorno della maggiore età.
Le righe non le ho più indossate… Dicevano che ingrassavano.

Allora passai ai pois.

zebra-a-pois

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...